INFORMATIVA SULLA PRIVACY (D.Lgs. n. 196/2003)

Il trattamento di tali dati personali può essere effettuato su supporti cartacei ed anche con l’ausilio di strumenti elettronici, con modalità idonee a garantire la sicurezza e riservatezza dei dati.

Il conferimento dei dati è facoltativo, tuttavia l’eventuale rifiuto a fornirci, in tutto o in parte, i Suoi/Vostri dati personali o l’autorizzazione al trattamento potrebbe comportare la mancata esecuzione della prestazione professionale.

Il titolare del trattamento dei dati personali è il Stefano Marini   con sede in Via Nazario Sauro, 1 – 09123 Cagliari - Tel. 070 278497 fax 070 2089519 - Email: studiomarini@hotmail.com . Si precisa che il titolare del trattamento è un singolo libero professionista. E’ possibile conoscere una versione aggiornata di questo documento e l’elenco aggiornato dei responsabili del trattamento, rivolgendosi direttamente al titolare indicato sopra.

Al titolare del trattamento o al responsabile Lei/Voi potrà rivolgersi per far valere i Suoi diritti, così come previsto dall’articolo 7 del D.lgs n.196/2003, che per Sua/Vostra comodità viene sotto riportato.

Art. 7 Diritto di accesso ai dati personali ed altri diritti

1. L'interessato ha diritto di ottenere la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile.

2. L’interessato ha diritto di ottenere l’indicazione:
a) dell’origine dei dati personali;
b) delle finalità e modalità del trattamento;
c) della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l’ausilio di strumenti elettronici;
d) degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell’articolo 5, comma 2;
e) dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di rappresentante designato nel territorio dello Stato, di responsabili o incaricati.

3. L’interessato ha diritto di ottenere:
a) l'aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l'integrazione dei dati;
b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati;
c) l'attestazione che le operazioni di cui alle lettere a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato.

4. L’interessato ha diritto di opporsi, in tutto o in parte:
a) per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, ancorché pertinenti allo scopo della raccolta;
b) al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciali.

News dello studio

ago30

30/08/2018

Agevolazioni Prima Casa

Il Nostro Studio ha difeso con successo nel giudizio di appello, ribaltando il Giudizio di primo grado favorevole all'Agenzia delle Entrate (Comm. Trib. Prov. Cagliari 26.02.2011, n. 41) un contribuente

ago30

30/08/2018

Ristoranti - Studi di settore

Il Nostro Studio ha difeso con successo, confermando la sentenza di primo grado CTP Cagliari  n.49 del 10.12.2013, favorevole alla parte ricorrente, un ristorante di Cagliari al quale, sulla base

mar13

13/03/2018

Notificazioni a studi associati

Il Nostro Studio ha difeso con successo un'associazione professionale tra ingegneri e architetti, in quanto la notificazione della cartella di pagamento era avvenuta presso la sede legale e non presso

News

set7

07/09/2018

Conferenza internazionale FCM: il discorso di apertura a Elbano De Nuccio

Riconosciuto al CNDCEC un ruolo di primo

set21

21/09/2018

Detrazione IVA: Italia salva dal rischio d'infrazione

Secondo la Commissione europea, le indicazioni

set21

21/09/2018

Contratti a termine: inosservanza dei limiti quantitativi e sanzioni

Il decreto Dignità non ha modificato i